Arredi per Farmacia

Acciaio e legno: le principali differenze nell’arredo per il settore farmaceutico

Wood-Furniture

Quando si parla di arredamento in farmacia, la lista dei materiali impiegati è lunghissima. L’utilizzo di vari materiali per costruire la scaffalatura e altri mobili specifici dell’ambiente farmaceutico dipende molto dalle reali necessità dei gestori e dai loro gusti ma anche dalla tipologia del punto vendita e della sua clientela. I materiali più gettonati sono il legno e l’acciaio. È inutile dire che questi due ottimi materiali hanno caratteristiche che li rendono idonei ai vari utilizzi in una farmacia e che, prima di scegliere, bisogna fare un’attenta analisi, prendendo in considerazione alcune variabili.

L’acciaio è entrato a far parte dalla lista di materiali usati per produrre gli scaffali o altri mobili nelle farmacie relativamente da poco tempo. Le sue principali qualità sono la resistenza e l’igiene. A queste si aggiunge la bellezza, se si considerano la pulizia delle linee e la semplicità essenziale dei mobili prodotti con questo materiale. L’acciaio è perfetto per arredare ambienti moderni, è brillante, facile da pulire e la sua manutenzione non richiede particolari attenzioni. È resistente agli attacchi degli elementi chimici, agli urti, alla ruggine e può sopportare un peso considerevole, garantendo una lunga durata nel tempo.

Dall’altra parte della bilancia c’è il legno. Questo materiale vivo è l’ideale per arredare qualsiasi ambiente. In una farmacia, gli scaffali costruiti con il legno sono perfetti per creare un ambiente caldo e accogliente, dove i clienti si sentono come a casa loro. Un modo per trasmettere tranquillità e per mostrare disponibilità ad ascoltare i loro problemi. Per legno s’intende l’utilizzo sia del materiale così com’è, tagliato e levigato per mettere in risalto le sue caratteristiche e la sua bellezza ma anche i suoi derivati, come il truciolato, il tamburato, il laminato e l’MDF. Il legno, in tutte le sue forme, è perfetto per arredare una farmacia anche perché, grazie ai trattamenti moderni e innovativi, la sua superficie può essere resa molto più resistente ai vari fattori esterni e facile da pulire, utilizzando i prodotti adeguati.

Analizzando con attenzione tutte queste informazioni, si arriva alla conclusione che il legno, come materiale usato per la costruzione di scaffalatura per farmacie è migliore. Per quanto riguarda i prezzi, non può essere fatto un paragone perché le variabili da prendere in considerazione sono tante. Un altro punto a favore del legno è l’eco-sostenibilità, perché dal legno non derivano rifiuti difficili da smaltire, è naturale, CO2 neutro, rinnovabile, proviene da foreste gestite in maniera eco-sostenibile e che hanno la certificazione PEFC o FSC.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>